Diga di Ravedis - Italia

“Ogni fase di lavorazione, dubbio e richiesta da parte dell’impresa è sempre stata realizzata e soddisfatta da parte della Direzione Lavori avvalendosi dell’operatività di SierraSoft ProSt”.

Geom. Luca Pivetta,
Dott. P.T.U.A. Matteo Brusadin

Collaboratori Direzione Lavori
Consorzio di Bonifica Cellina Meduna

INFORMAZIONI

Società:
Consorzio di Bonifica Cellina Meduna
Via Matteotti
33170 - Pordenone
ITALIA

Tel: +39 0434 237311
Fax: +39 0434 237301
E-mail: info@consorziocellinameduna.it
Web: www.consorziocellinameduna.it

SOLUZIONI

Prodotti SierraSoft utilizzati

La Diga di Ravedis

A seguito della costruzione della Diga di Ravedis, il Consorzio di Bonifica Cellina Meduna è ora impegnato con alcune opere di completamento e integrazione del serbatoio e della Diga stessa.

I Protagonisti

Il Consorzio di Bonifica Cellina Meduna gestore della Diga di Ravedis e committente dei lavori di completamento e integrazione del serbatoio di Ravedis, partecipa in questa ultima fase dei lavori con uno staff costituito da 4 persone facenti parte della Direzione Lavori.
Oltre all’attività di Direzione Lavori il team si occupa di contabilità dei lavori con la stesura dei vari S.A.L. periodici (stato avanzamento lavori) e di supporto topografico alle varie imprese che lavorano in cantiere con rilievi topografici di prima pianta, tracciamenti e rilievi finali utilizzati per verifica dell’opera e contabilità.
Oltre all’attività di Direzione Lavori il team si occupa di contabilità dei lavori con la stesura dei vari S.A.L. periodici (stato avanzamento lavori) e di supporto topografico alle varie imprese che lavorano in cantiere con rilievi topografici di prima pianta, tracciamenti e rilievi finali utilizzati per verifica dell’opera e contabilità.

Il Progetto

La costruzione della diga di Ravedis ha avuto luogo tra il 1998 e il 2005 e in seguito, fino al 2007, sono stati realizzati alcuni lavori di completamento delle opere urgenti, funzionali all’attivazione dell’invaso. Nel Settembre del 2008 sono partiti i lavori di completamento e integrazione dell’invaso di Ravedis. Le opere che si stanno realizzando si possono suddividere, oltre che per tipologia di lavorazione, anche per zona di cantiere.
Una prima suddivisione può essere fatta descrivendo i lavori che si stanno svolgendo a monte e a valle del coronamento diga.
A monte si sta realizzando quella che viene denominata Strada di Servizio, cioè la sopraelevazione di un tratto della vecchia S.S. 251 che collegava Montereale Valcellina a Barcis. I lavori consistono nella formazione di un nuovo tracciato rialzato rispetto la quota originaria della strada, un tratto sarà realizzato in galleria e un tratto recuperando il vecchio canale che collegava la vecchia diga di Barcis alla Centrale di Malnisio.
A valle della diga si sta realizzando una vasca di dissipazione che avrà la funzione di rallentare la velocità dell’acqua proveniente dagli scarichi di fondo. Questa vasca è realizzata con la posa di massi di roccia di dimensioni da 0.5 mc a 1.5 mc e muri di contenimento con fondazioni costituite da pali-jet. Essa è posta tra la diga e quella che viene denominata soglia di valle, un’altra importante opera già realizzata che avrà il compito di fermare e rilasciare gradualmente l’acqua nell’alveo del Cellina. Sempre nella zona di valle, sono state realizzate due strade di servizio di accesso alla diga dal Ponte di Ravedis a due differenti quote.
Lo scarico a gravità è un’altra importante lavorazione che si sta svolgendo a Ravedis e consiste nel realizzare uno scolo per gravità delle acque di drenaggio del corpo diga attraverso la posa di una tubazione di lunghezza 2500 metri che sfocia nel Cellina.
La tecnica utilizzata per la posa dei tubi che hanno diametro esterno di 2200 mm è quella del microtunnelling, un sistema avanzato che non richiede scavi di superficie e neppure l’utilizzo di manodopera nel tunnel di perforazione, un sistema di lavorazione innovativo e di basso impatto ambientale.

Difficoltà tecniche

La vastità delle varie aree di cantiere non collegate direttamente tra loro, la diversità e complessità delle opere da realizzare, sono tutt’oggi difficoltà da superare per garantire l’attività di Direzione Lavori e contabilità.
Le numerose funzioni di Topko e ProSt ci stanno permettendo di gestire nel miglior modo possibile tutti i rilievi che eseguiamo durante le varie fasi dei lavori, avendo un riscontro quasi immediato del corretto stato di avanzamento dei lavori con i progetti esecutivi. Una caratteristica delle lavorazioni che si stanno eseguendo a valle della diga è quella della grande quantità di materiale ghiaioso che viene movimentato. ProSt in questo caso ci permette di gestire in modo molto preciso, attraverso il calcolo delle sezioni, tutti i movimenti di materiale che avvengono nel vario periodo delle lavorazioni.
La contabilità si sta realizzando in gran parte esportando i volumi calcolati direttamente da ProSt nel programma di computo Opera, avendo così una garanzia di correttezza dei dati e sensibile riduzione dei tempi per la stesura dei vari Stati di Avanzamento dei Lavori.

Alcuni numeri del progetto


  • Realizzazione galleria: 780 m
  • Scogliera posata: 580.000 ql
  • Calcestruzzi per opere di completamento: 14.000 m³
  • Calcestruzzi per opere corpo diga: 350.000 m³
  • Microtunnelling: 2.500 m
  • Acciaio per armature e strutture in elevazione: 1.600 t

Scarica la storia in formato PDF

Invia la pagina per posta elettronica Invia ad un amico Versione per la stampa della pagina Stampa
Feedback Invio di commenti

Alcune immagini dell'opera

Vista della diga

Vista della diga

Vista della diga

Vista della diga

Muri della vasca di dissipazione

Muri della vasca di dissipazione

Costruzione della soglia di valle

Costruzione della soglia di valle

Vista della diga

Vista della diga

Copyright © 1998-2017 SierraSoft. Tutti i diritti riservati. C.F. e Partita Iva 01369810930. | Privacy | Cookies | Condizioni di utilizzo |
Stati UnitiItaliano