Parco archeologico di Classe - Ravenna

“Grazie a Sierrasoft Topko siamo riusciti ad individuare e risolvere con estrema flessibilità, rapidità e precisione, tutte le problematiche del cantiere”.

Emanuele Geom. Dal Monte
Monitor the Planet

INFORMAZIONI

Società:
Monitor the Planet
Via Buscaroli, 3
48017 - Conselice (RA)
ITALIA

Tel: +39 0545 1816152
Fax: +39 0545 1811029
E-mail: info@monitortheplanet.com
Web: www.monitortheplanet.com

SOLUZIONI

Prodotti SierraSoft utilizzati

LINK

Parco archeologico di Classe - Ravenna

Valorizzazione architettonica e monitoraggio esecutivo del parco archeologico di Classe (RA)

I Protagonisti

Il brand Monitor the Planet di Emanuele Geom. Dal Monte si inserisce nel campo specialistico topografico e delle misurazioni. L’azienda si qualifica tra le migliori attività del settore, vantando un’altissima precisione in campo di rilievo, monitoraggi e scansioni 3D. Monitor the Planet si specializza nella Geomatica. La suddetta disciplina si occupa di acquisire, modellizzare, interpretare, elaborare, archiviare e divulgare informazioni georeferenziate, originando mappe tematiche, layout grafici, elaborati dello stato di fatto di costruzioni. È possibile, attraverso la Geomatica, elaborare informazioni di dati spaziali del territorio da una posizione “remota” rispetto al territorio stesso. La ripresa avviene utilizzando le tecnologie più innovative. Monitor the Planet opera diffusamente su tutto il territorio nazionale ed internazionale, con rilievi e monitoraggi puntuali. Chiaro, quindi, che un professionista della Geomatica può definirsi tale solo se affiancato dalla tecnologia più evoluta e da studi ed esperienze nel settore della conoscenza del territorio come la topografia e il rilievo del territorio. Il geometra Emanuele Dal Monte sceglie un approccio multidisciplinare sostenuto anche da un profondo interesse del territorio in ogni suo aspetto, dal mestiere di topografo alla roccia.

Il Progetto

Il prezioso parco archeologico di Classe ha un’area di scavo di 14.610 mq ed un perimetro di 635 m di lunghezza, la quota di scavo oltrepassa i 3 m di profondità dal piano di campagna e i 2 metri dal livello medio del mare.
Le varie fasi di cantiere hanno consistito dei seguenti passaggi:
- rilievo ed acquisizione di scansioni laser 3D per eseguire le verifiche di sovrapposizione tra progetto e rilievo con acquisizione delle quote effettive del sito;
- tracciamento del progetto come depositato alle autorità;
- modellazione 3D del terreno e redazione di tavole con curve di livello e sezioni nei punti richiesti;
- tracciamento dei pali di fondazione infissi per trivellazione;
- rilievo e scansione dei pali infissi con elaborazione piping per la parte di pali fuoriterra, ai fini di realizzare una carpenteria metallica di precisione;
- georeferenziazione del sito e controllo capisaldi quotati di Arpha.
Il cantiere è stato seguito con l’ausilio della strumentazione Leica MS50, GS14 e CS15 collegati tramite controllo remoto. Il monitoraggio e le varie fasi di cantiere sono state eseguite in autonomia.

Difficoltà tecniche

Il cantiere presentava diverse difficoltà a livello esecutivo, principalmente per la molteplicità di varianti eseguite al progetto approvato e la carenza di esecutivi. La flessibilità del magico sottoprogetto di Topko Standard unito alla gestione della nuvola di punti per il DTM e alle verifiche di manufatti interni al sito, ci ha permesso di gestire in modo semplice e veloce la situazione e individuare le modifiche da effettuarsi in cantiere in modo rapido e veloce. Grazie alla gestione dei sottoprogetti presente in Topko e l’integrazione con lo strumento Leica MS50 si è gestita in modo efficiente e preciso anche la problematica di individuazione di pali di fondazione e restituzione alla ditta appaltatrice delle carpenterie metalliche, altrimenti difficoltosa. La possibilità di “sovrapposizione” del programma gioca un ottimo punto a favore di Sierrasoft. Il sistema dei sottoprogetti di Topko è da ritenersi valido per ottenere ottimi risultati e riduzione sensibile di elaborazione dati in ufficio. Le sezioni esecutive e l’individuazione del posizionamento dei pali di fondazione a “trivellare” in ferro, utilizzate nel cantiere, unite al sistema di Topko di gestione dei progetti ante e post, hanno stupito la committenza.

Alcuni numeri del progetto

  • Area di scavo: 14.610 mq
  • Perimetro: 635 m
  • Nuvola di punti: 1.080.795 punti

Scarica la storia in formato PDF

Invia la pagina per posta elettronica Invia ad un amico Versione per la stampa della pagina Stampa
Feedback Invio di commenti

Alcune immagini dell'opera

Didascalia

Scansione Laserscanner MS50

Didascalia

Tracciamento in remoto

Didascalia

Scansione Laserscanner MS50

Didascalia

Saldatura piastre su pali trivellati

Didascalia

Struttura piazzola belvedere

Copyright © 1998-2017 SierraSoft. Tutti i diritti riservati. C.F. e Partita Iva 01369810930. | Privacy | Cookies | Condizioni di utilizzo |
Stati UnitiItaliano